Compara carte

Compara ›

Compara mutuo

Compara ›

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 3,67 out of 5)
Loading...

Quando chiedere un prestito protestati senza cessione del quinto? E soprattutto, è possibile farlo? Proviamo a rispondere a queste e altre domande in questo articolo.

Chiedere un finanziamento a una banca o a una società di credito non è sempre semplice, soprattutto se si è iscritti al registro dei cattivi pagatori o alla CRIF (Centrale Rischi d’Intermediazione Finanziaria).

Se da un lato, i dipendenti statali e gli impiegati aziendali con contratto a tempo indeterminato possono infatti richiedere prestiti con cessione del quinto, questo tipo di finanziamento non è invece possibile per quanti non hanno una garanzia di stipendio fisso.

Come fare allora e richiedere un prestito protestati senza cessione del quinto?

Oggi le banche e gli istituti di credito propongono diverse formule creditizie, che possono variare a seconda proprio della banca o società alla quale ci si rivolge. Per poter trovare la soluzione più idonea alle proprie esigenze può essere quindi conveniente fare un’indagine preliminare, valutando tutte le proposte e possibilità. Oltre che alla propria banca, vi consigliamo di affidarvi prima di tutto ai motori di ricerca dedicati ai finanziamenti. Cliccando sul seguente pulsante:

RICHIEDI PRESTITO ORA >>

La soluzione più semplice: il prestito delega

Una delle soluzioni più semplici per ricevere un prestito protestati senza cessione del quinto è quella di richiedere un prestito delega. Questo, tuttavia, a differenza della cessione del quinto, può essere concesso a discrezione dell’azienda per cui si lavora. Va sottolineato che questa tipologia di finanziamento può essere utilizzata per varie soluzioni. Ad esempio quando si è iscritti al registro dei cattivi pagatori o quando non si può utilizzare la cessione del quinto perché non si dispone di uno stipendio fisso. Ancora, si può richiedere quando si ha la cessione del quinto per un differente prestito. Inoltre è bene sottolineare che il prestito delega non può essere richiesto dai pensionati, visto che l’INPS non può procedere a trattenere due differenti tipi di rate dalla pensione. Pertanto i pensionati possono procedere solo con la richiesta di prestito con cessione del quinto.

Prestiti cambializzati a protestati

Un’altra soluzione che permette di richiedere un prestito protestati senza cessione del quinto è quello delle cambiali. Una cambiale è un titolo di credito esecutivo che permette al suo possessore legittimo, di richiedere il pagamento di una determinata somma secondo quanto indicato sulla cambiale stessa. Oltre alla somma da ricevere, sulla cambiale è riportata la scadenza, ossia la data in cui la cambiale va riscossa e il luogo preciso in cui sarà riscossa.

In un prestito cambializzato, le cambiali vengono utilizzate per il rimborso delle rate mensili. Una banca o una società di credito possono quindi concedere un finanziamento e ricevere, come rata mensile, un pagamento tramite cambiale. Per procedere a questo tipo di prestito è fondamentale specificare la scadenza delle cambiali e, soprattutto, il luogo in andranno pagate. Il prestito cambializzato assicura una garanzia al finanziatore, sia esso una banca o un’altra società di credito.

Alcuni vantaggi

Scegliere il prestito con cambiali prevede una serie di vantaggi: per prima cosa rappresenta una delle poche possibilità di ricevere un prestito quando si è protestati o iscritti alla CRIF.

Inoltre, assicura una buona velocità di erogazione: a differenza di altri tipi di prestito che possono richiedere anche diverse settimane prima di essere approvati, il prestito cambializzato è molto rapido da ottenere.

Un altro elemento a favore di questo tipo di prestito per protestati senza cessione del quinto è che esso non è finalizzato. Questo significa che non si dovranno dare spiegazioni alla banca o alla società creditizia sulle motivazioni per cui viene richiesto il prestito.

Infine, questo tipo di prestito può essere richiesto anche se ci sono altri finanziamenti in corso.

Va comunque sottolineato che, in caso di prestiti cambializzati, la banca o la società di credito a cui ci si è rivolti potranno chiedere comunque un’ulteriore garanzia, qualora non ritengano sufficienti le cambiali. Più avanti si parlerà delle possibilità di prestito protestati senza cessione del quinto con e senza garante.

RICHIEDI PRESTITO ORA >>

Prestito protestati senza cessione del quinto e con busta paga

Quando si ha una busta paga, anche se si è iscritti alla CRIF si ha comunque una maggiore possibilità di vedere accettata la propria richiesta di finanziamento. Naturalmente, il primo tipo di prestito che viene consigliato e proposto in questo caso è sempre quello con cessione del quinto. Tuttavia, non sempre è possibile procedere con questo tipo di finanziamento, soprattutto quando la cessione del quinto è già utilizzata per un precedente finanziamento.

Si potrà comunque fare richiesta di un prestito personale classico, che permetterà di ricevere in poco tempo la liquidità di cui si ha bisogno. Questa soluzione permette di scegliere durata e importo delle rate.

Prestiti con e senza garante

In determinati casi per i finanziamento personali la banca o la società di credito a cui ci si rivolge può comunque richiedere un’ulteriore garanzia. Se, infatti, si è iscritti alla CRIF nonostante la busta paga è evidente che si abbiano delle difficoltà ad onorare i pagamenti. Le garanzie possono essere richieste anche negli altri casi precedentemente descritti, come quello del prestito cambializzato. La firma del garante rappresenta sicuramente l’elemento che maggiormente permette agli istituti di credito a decidere sulla concessione o meno del finanziamento.

Quando non si ha un garante le possibilità di ottenere il finanziamento sono diverse, dipendendo soprattutto dall’importo del prestito. I piccoli prestiti, ad esempio, hanno maggiore possibilità di essere concessi rispetto a prestiti più importanti. Quando si è proprietari di immobili o di altri beni di valore, un’ulteriore strada da percorrere per poter ottenere un finanziamento è quello di ipotecare tale bene.

Negli ultimi anni, infatti, sempre più banche e società creditizie offre la possibilità di richiedere dei prestiti ipotecari. Un prestito ipotecario può essere di importo differente a seconda del tipo di bene su cui si accende l’ipoteca. Va evidenziato che questo tipo di prestito prevede tempi maggiori a causa della burocrazia necessaria per l’iscrizione dell’ipoteca. Una volta risolta questa parte, tuttavia, la banca o l’istituto di credito potrà facilmente procedere con il prestito anche ai cattivi pagatori visto che avrà, come garanzia, il bene ipotecato. In caso di insolvenza da parte del proprio cliente, quindi potrà recuperare l’importo finanziato nonché gli interessi, vendendo il bene.

Per concludere

Richiedere un prestito protestati senza cessione del quinto non è sempre facile come per altri tipi di finanziamento, ma è comunque di una possibilità sempre più frequente. Diverse banche e soprattutto molti delle migliori società di credito finanziario offrono possibilità sempre differenti per permettere, anche ai cattivi pagatori, di poter ottenere finanziamenti di portata più o meno ampia a seconda dei casi specifici, sia con che senza la presenza di un garante.

RICHIEDI PRESTITO ORA >>