Luce e Gas

Compara ›

Compara mutuo

Compara ›

Hai bisogno di soldi e cerchi prestiti urgenti in giornata? In questa guida ti daremo tutte le informazioni utili per aiutarti a capire come ottenere un prestito nel modo più veloce possibile. Quando si ha bisogno di soldi urgentemente per motivi personali, è essenziale che il denaro richiesto venga ottenuto in tempi rapidi, nel più breve tempo possibile. Sei disperato e cerchi soluzioni alternative? non cedere a false promesse di soldi facili fatte da strozzini e usurai, peggioreresti solo la tua situazione.

Ottieni Fino a 60.000 € – preventivo in 5 minuti – tempi di risposta rapidissimi

RICHIEDI PRESTITO ORA >>

GRATIS e senza impegno

Prestiti urgenti: come ottenere un prestito in giornata

Può capitare a tutti di dover fronteggiare un’emergenza economica ma di trovarsi in crisi di liquidità; le banche e le finanziarie solitamente impiegano diversi giorni per completare la fase di istruttoria, lo studio della documentazione presentata dal richiedente. Se si ha bisogno di ottenere un prestito urgente, bisogna sapere a chi rivolgersi e come portare avanti la richiesta. In questo articolo si scoprirà come ottenere un prestito in giornata.

Cerchi prestiti urgenti perchè hai troppi debiti?

In questo caso ti consigliamo di non cedere a usurai e strozzini, ti metteresti nei guai.

Puoi affidarti ai professionisti di difesa Debitori specializzati in queste problematiche.

Confronta i prestiti con l’ausilio di motori di ricerca dedicati

PrestitoRichiedi preventivo
Facile Prestito
Fino a 80.000 €

Comparatore
gratuito di
prestiti

Richiedi Gratis >>

Indomec
Fino a 80.000 €

Comparatore
gratuito di
prestiti

Richiedi Gratis >>

Prestito Popolare
Comparatore
Fino a 60.000 €

COMPARATORE PRESTITI

Richiedi Gratis >>

prestitifacili.net
PER DIPENDENTI PUBBLICI E STATALI

No Autonomi

Compara Gratis >>

Si Prestito
Fino a 60.000 €

Anche per autonomi
e cattivi pagatori

Richiedi Gratis >>

Younited Credit
Anche Per AUTONOMI
Tassi competitivi

Prestito 100% online

Richiedi Gratis >>

Supermoney
Comparatore
Fino a 60.000 €

PER AUTONOMI E LIBERI PROFESSIONISTI

Richiedi Gratis >>

Aliprestito
Prestito
Fino a 85.000 €

TASSO E RATA
FISSA

Richiedi Gratis >>

Come ottenere un prestito urgente da una banca

Sia le banche sia le finanziarie utilizzano piattaforme informatizzate, grazie alle quali possono accedere ai dati personali dei clienti; in virtù della disponibilità dei dati sensibili degli utenti, oggi gli istituti che erogano denaro sono in grado di accorciare i tempi di concessione di prestiti e finanziamenti. In alcuni casi è possibile ottenere una risposta da parte di una banca, e la successiva erogazione del denaro, nell’arco di 24 ore, ovviamente in presenza di tutta la documentazione necessaria. Se tuttavia si ha bisogno di ottenere una somma di denaro in giornata, sarà necessario procurarsi tutti i documenti in breve tempo, per dare la possibilità ai funzionari della banca di studiarli. I dati sensibili, presenti nelle banche dati consultate dagli istituti di credito, spesso non sono sufficienti a profilare un cliente; gli istituti devono poter verificare sia l’affidabilità creditizia sia la situazione lavorativa del richiedente.

Documenti necessari per la concessione di prestiti urgenti

I documenti necessari ad ottenere un prestito urgente in giornata devono consentire alla banca di verificare la posizione lavorativa e personale del richiedente. Tra i documenti da presentare vanno annoverati:

  • le tre ultime buste paga;
  • la dichiarazione dei redditi: Unico o 730;
  • la Certificazione Unica: è il documento che nel mese di febbraio il datore di lavoro consegna ai dipendenti, per la certificazione dei redditi percepiti;
  • un documento d’identità valido;
  • il codice fiscale;
  • l’IBAN del conto corrente.

Chi è appena passato da un lavoro a tempo determinato ad uno a tempo indeterminato, può fornire al funzionario della banca la copia del nuovo contratto, in modo da chiarire la propria posizione lavorativa in azienda. In alcuni casi gli istituti di credito sono interessati ad ottenere informazioni quanto più approfondite, anche sul tipo di lavoro svolto in azienda dal richiedente.

Tempi di attesa per un prestito urgente

Banche e finanziarie possono decidere molto rapidamente se concedere o meno un prestito urgente; in teoria potrebbe essere sufficiente l’inserimento dei dati del richiedente nella piattaforma informatica, per ottenere una risposta molto veloce. I dati, relativi alla situazione creditizia e a quella lavorativa del cliente, non richiedono uno studio approfondito.

Per verificare se il nominativo del richiedente sia inserito nel registro dei cattivi pagatori, se sussistano pignoramenti, protesti o ipoteche, sarà sufficiente un’analisi del credit score. Allo stesso modo, la lettura del contratto, la verifica delle condizioni contrattuali e dell’ammontare del reddito netto annuale, sono operazioni effettuabili quasi in tempo reale; la banca verifica anche se sono in corso altri prestiti e finanziamenti.

Una volta stabilito che il richiedente è in grado di far fronte alla rata mensile di rimborso del debito, l’ente può dare il via libera alla concessione del prestito urgente. Nel giro di poche ore verranno incrociati di dati e si potrà ottenere l’esito della pratica, con partenza del bonifico in caso di risposta positiva.

Chiedere un Prestito ai privati

Oltre che alle banche, se si ha bisogno di  prestiti urgenti, ci si può rivolgere anche a un soggetto privato. La legge italiana consente questa formula e la disciplina in modo dettagliato. Il prestito tra privati sta diventando sempre di più una sorta di ammortizzatore sociale. Il consiglio, tuttavia, è di fare sempre grande attenzione alla forma in cui si procede, per evitare che si verifichino situazioni illecite. Il prestito tra privati deve essere formalizzato secondo gli obblighi di legge, mediante un contratto finanziario. Il prestito tra soggetti privati, tuttavia, rispetto al finanziamento concesso da una banca è ovviamente meno vantaggioso: l’imposta per i mutui bancari superiori ai 18 mesi, per esempio, si attesta allo 0,25% sulla somma concessa; l’imposta di registro sul prestito tra privati è del 3%, a cui si aggiunge lo 0,5% sulla garanzia fideiussoria e il 2% sul valore dell’ipoteca.

Come chiedere un prestito a un privato

La fattispecie del prestito tra privati cambia se si tratta di parenti; nel caso in cui invece sia un accordo tra estranei, bisogna procedere con la massima cautela, inserendo nel contratto tutte le garanzie previste dalla normativa in materia. La forma giuridica sarà dunque quella di un contratto finanziario oppure di una scrittura privata. Le parti devono stabilire nel contratto:

  • l’entità della somma oggetto di prestito, indicata in modo chiaro e inequivocabile;
  • il tasso d’interesse applicato dal soggetto che eroga il denaro, se è previsto: nel caso di prestiti urgenti tra parenti solitamente non è inserito;
  • modalità e tempi di restituzione della somma concessa;
  • tutte le garanzie intese a tutelare il creditore;
  • i dati anagrafici corretti e completi delle parti coinvolte nell’accordo;
  • la dicitura di contratto di mutuo ex articolo 1813 del Codice Civile;
  • la data della stipula e le firme autografe dei contraenti.

Particolare attenzione va riservata alle informazioni anagrafiche, che dovranno essere trascritte correttamente, all’indicazione della somma e alla data di inizio del rapporto contrattuale. Il contratto che prevede un prestito tra privati deve essere redatto in duplice copia; l’accordo può essere formalizzato anche attraverso una scrittura privata, come prevede l’articolo 1813 del Codice Civile. Non è richiesta l’autenticazione da parte di un notaio e l’accordo non deve essere obbligatoriamente registrato.
Se si tratta di un prestito di una piccola cifra, la forma può essere quella appena descritta; tuttavia, se la cifra è rilevante, il consiglio è di rivolgersi a un legale per un parere sulla forma da adottare; potrebbe essere necessario disporre della firma in calce di testimoni. Il parere di un esperto può essere utile per scongiurare il rischio di scritture private non conformi alla legge o ambigue, che potrebbero aprire contenziosi tra le parti.

Prestito tra privati con le cambiali

Un’altra opzione sono i prestiti cambializzati. Il privato che presta denaro può anche decidere di tutelarsi facendo sottoscrivere al richiedente delle cambiali esecutive. Anche se si tratta di una forma non molto utilizzata, la cambiale è una garanzia importante per chi presta, anche se sono previste imposte di bollo che vanno corrisposte al momento della sottoscrizione; la marca da bollo è un elemento imprescindibile per la validità della cambiale: va applicata sul retro di ogni cambiale e la sua assenza provoca la nullità del titolo. L’importo della marca da bollo deve essere pari al 12 per mille calcolato sulll’ammontare della somma in oggetto. Tra i vantaggi del prestito con cambiali ci sono:

  • la semplicità di compilazione e utilizzo dei titoli;
  • la flessibilità: è possibile decidere le date e gli importi per il rimborso;
  • l’esecutività: se il beneficiario del prestito è inadempiente, il soggetto che ha prestato può chiedere il pignoramento dei beni del richiedente;
  • la possibilità di rinnovo: nel caso in cui si voglia modificare le condizioni di rimborso o prorogare il termine.

Ottieni Fino a 60.000 € – preventivo in 5 minuti – tempi di risposta rapidissimi

RICHIEDI PRESTITO ORA >>

GRATIS e senza impegno

Leggi anche: