Capsule e cialde per il caffè: guida alla scelta

Il caffè è un rito in Italia, anche a casa, e capire la differenza tra cialde e capsule è importante per scegliere al meglio il gusto e la miscela che più si adatta al proprio gusto. Capsule e cialde per il caffè sono sempre più utilizzate da chi vuole ottenere un caffè come al bar anche a casa e da chi preferisce un sistema più pratico e veloce rispetto alla moka. Saper scegliere e avere tutte le informazioni necessarie permette di gustarsi, allora un caffè espresso in modo autentico; cerchiamo allora di capire come effettuare una scelta consapevole.

Le principali differenze tra capsule e cialde

La prima differenza tra capsule è cialde è la confezione, le prime sono spesso confezionate in plastica o alluminio e hanno un confezionamento spesso ermetico che preserva la freschezza della miscela di caffè all’interno. Le cialde, invece, sono fatte di carta o cellulosa e possono essere biodegradabili.

L’impatto ambientale: come scegliere

Un fattore critico nella scelta, per molti consumatori, è l’impatto ambientale. Le capsule richiedono maggiore attenzione per il riciclo in quanto si deve:

  • Pulire la cialda;
  • Escludere il caffè esausto;
  • Riciclare correttamente l’involucro.

Diversi passaggi necessari per minimizzare l’impatto ambientale; le cialde invece sono spesso biodegradabili e risultano essere più sostenibili a livello ambientale.

Gusto del caffè: capsula o cialda?

Il gusto del caffè estratto da una capsula o da una cialda è piuttosto simile; tuttavia, ci sono delle differenze significative tra le due modalità di preparazione. Le capsule solitamente producono un caffè più cremoso e intenso rispetto alle cialde.

Inoltre, le cialde possono essere più suscettibili all’umidità se non confezionate singolarmente. È bene precisare che le differenze di gusto sono spesso minime, la scelta tra l’utilizzo di una cialda o di una capsula va rimandata esclusivamente al gusto di chi sceglie.

Guida ai principali gusti di caffè: come scegliere la giusta capsula o cialda

Saper scegliere una cialda o una capsula adatta ai propri gusti vuol dire anche capire quale aroma è più adatto al proprio palato. Per fare questo non solo è importante conoscere le varietà di caffè più comuni ma anche imparare a leggere le indicazioni di intensità del caffè. L’Arabica, per esempio, è un caffè delicato e con un ottimo gusto.

Questa miscela di caffè può avere sentori fruttati ed è tra le più comuni. Un caffè preparato con una miscela Robusta è invece corposo, denso e spesso crea una crema perfetta come al bar, questa miscela è adatta a coloro che vogliono un caffè forte.

Tra le varietà più comuni esistono anche l’Excelsa e la Liberica, cerchiamo di capire quali sono le principali differenze. Una qualità Excelsa ha un gusto morbido, si avvicina all’arabica ma offre un’intensità inferiore ed è adatto a chi adora l’aroma del caffè; la qualità Iberica ha invece un sapore aromatico.

È bene specificare che, ad oggi, vengono commercializzate oltre cento varietà di caffè e solo sperimentando sarà possibile scegliere il gusto più adatto al proprio palato. Infatti, la selezione della varietà di caffè dipende dai tuoi gusti personali e dalle preferenze di intensità, corpo e aroma.

Capsule o cialde: tiriamo le somme

Sebbene alcuni estimatori dicano che il gusto possa cambiare a seconda che si utilizzino le cialde oppure le capsule rimane il fatto che il caffè è un atto quotidiano che dipende dal gusto personale. Non esiste un’opzione da preferire ma conoscere la composizione e i materiali con cui vengono prodotte queste monodosi e capire quali sono le principali varietà di caffè rende la scelta meno complicata e più diretta.

Leggi anche: Migliori siti per fare la spesa online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* privacy policy

*

Accetto

error: Content is protected !!